Istruzioni per la gara

A TUTTI I DOCENTI REFERENTI

ISTRUZIONI PER LA PRIMA PROVA DEL RALLY MATEMATICO TRANSALPINO

Premessa

Il nostro impegno per promuovere il Rally nelle scuole ha finalità prioritariamente educative, quindi noi raccomandiamo che i ragazzi, attraverso il Rally facciano esperienze positive e costruttive nel lavorare insieme, rispettarsi reciprocamente, e rispettare le regole di una gara. I docenti pertanto sono tenuti per primi a rispettare tutte le indicazioni pervenute, per dare il loro esempio importante ai ragazzi.

La gara è un pretesto per motivare i ragazzi, che possono viverla in un clima di sana competizione tra pari, ma non deve assolutamente essere intesa come una competizione esasperata.

Quando saranno pervenute le prove, entro il termine fissato, per la correzione, diffonderemo la soluzione e l'analisi dei vari problemi proposti durante la prova. Sarà importante che i docenti discutano, almeno brevemente, tali problemi con i loro allievi, senza lasciar trascorrere molto tempo, compatibilmente con i numerosi impegni e scadenze, che certamente non ignoriamo.

Purtroppo ogni anno possiamo premiare solo poche classi, rispetto al notevole numero di partecipanti, e quindi non tutte le classi molto brave saranno necessariamente premiate.

Ciò che a noi interessa è il coinvolgimento in termini di formazione, vista la ricchezza dei materiali proposti, sia per gli studenti che per i docenti.

L'ARMT Milano organizza non soltanto la correzione collegiale e la discussione sugli elaborati, ma anche percorsi di studio e ricerca sull'analisi a posteriori dei problemi, riconosciuti ai docenti come formazione in servizio.

Le osservazioni degli insegnanti e il loro contributo anche nel proporre nuovi problemi da sottoporre al Gruppo di ricerca internazionale, sono ben accette e auspicate, per la crescita della nostra comunità.

ISTRUZIONI OPERATIVE

Osservazioni generali

  • Il rally è una gara di problemi cui partecipano le intere classi
  • la risoluzione dei problemi deve essere svolta esclusivamente in gruppo dai componenti della classe
  • un obiettivo prioritario è la risoluzione dei problemi accompagnata dalle argomentazioni degli alunni: vengono valorizzate le soluzioni corredate da spiegazioni, o da tentativi svolti e documentati, rispetto alle semplici risposte senza spiegazioni, anche se corrette.
  • il docente referente che si iscrive si impegna ad informare adeguatamente tutti i colleghi coinvolti nell'attività e nella sorveglianza.

Prima della prova

il docente referente comunica le istruzioni ai colleghi coinvolti nell'attività e nella sorveglianza agli allievi, in particolare sui seguenti punti:

1. è consentito, soprattutto per gli alunni più piccoli, che durante la prova di allenamento l'insegnante aiuti i ragazzi a costituire i gruppi: al momento della gara non va perso del tempo per questa operazione, ma i ragazzi devono già sapere come sono organizzati;

  • non è ammesso alcun intervento dei docenti sul lavoro dei ragazzi durante lo svolgimento della gara, neppure per mediare la comprensione dei testi. Anche se sono presenti alunni diversamente abili o con disturbi dell'apprendimento l'eventuale presenza di docenti di sostegno non deve in alcun modo interferire con le attività, che sono devolute in toto agli alunni

Durante la prova

  • inizialmente ogni gruppo prova a risolvere un problema (i problemi sono in numero di 6 o 7 per ciascuna categoria, 5 solo per la categoria 3); se alcuni allievi o gruppi finiscono prima, aiuteranno i compagni degli altri gruppi
  • i docenti sorveglieranno il rispetto delle regole e i tempi di esecuzione del lavoro, senza fare eccezioni: la durata di ciascuna prova è tassativamente di 50 minuti
  • non è ammesso, pena l'annullamento della risposta, consegnare più soluzioni allo stesso problema da parte di ciascuna classe
  • la risoluzione di ciascun problema va consegnata esclusivamente sul foglio risposta, il cui prototipo verrà inviato dalla segreteria di ARMT Milano qualche giorno prima della gara per consentire la predisposizione delel fotocopie. Il docente referente lo riprodurrà in almeno 3 copie per ciascuna classe cui il problema è rivolto, secondo il formato che sarà indicato.
  • non sono ammessi fogli risposta che contengano due o più problemi, o che non contengano il testo del problema con i suoi dati identificativi (categoria, classe, ecc.), oppure che non riportino il codice corrispondente alla classe, pena l'annullamento della loro risoluzione. Si ricorda che i fogli privi del codice, quindi non riconducibili a nessuna classe, non verranno presi in considerazione.

Dopo la prova

  • al termine della prova il docente che ha svolto sorveglianza e che non sarà il docente di matematica della classe coinvolta, raccoglierà i fogli risposta (in unica copia, senza accettare le brutte copie, in una busta chiusa e li consegnerà al docente referente
  • se un problema non viene svolto è obbligatorio consegnare il foglio risposta vuoto, in modo da facilitare i nostri controlli sulla effettiva consegna
  • i docenti referenti si impegnano e controllare, ed eventualmente riordinare i fogli risposta raccogliendoli per problema, e spedire il plico a mezzo raccomandata o consegna a mano (dalle 8 alle 13) al seguente indirizzo:

ARMT MILANO presso Municipio di Settimo Milanese

(Att. Annalisa Salomone)

Piazza degli Eroi n.5 - 20019 Settimo Milanese (MI).

L'eventuale spedizione postale deve essere fatta entro la data che specificheremo.

E' consentito che le scuole che preferiscono non spedire consegnino personalmente il plico anche alla segreteria OPPI, via Console Marcello 20, Milano, dal lunedì al venerdì, preavvertendo telefonicamente l'ufficio (02 33001387), in modo da non rischiare di trovarla non aperta.

A nome di tutti i collaboratori di ARMT Milano auguriamo a tutti voi buon lavoro, auspicando che questa iniziativa contribuisca, come crediamo, se svolta con serietà, ad arricchire l'offerta formativa della scuola.

La presidente di ARMT Milano